EFFECTS
Anodal tDCS leads to a significant decrease in depression scores that lasts for at least 30 days after the end of treatment.

SIDE EFFECTS
Mild adverse events equally distributed across the 3 groups (headache, itching, redness of skin).

Close

EFFECTS
Improvement of mood after stimulation during wake intervals and during sleep.

SIDE EFFECTS
None reported.

Close

EFFECTS
Improvement in an affective go-no-go task after 1 session anodal stimulation of the left DLPFC; no correlation with mood changes after 10 stimulation sessions.

SIDE EFFECTS
None reported.

Close

EFFECTS
Antidepressant effect psychiatrists’ and nurses’ ratings and self-ratings.

SIDE EFFECTS
None reported.

Close

EFFECTS
Antidepressant effects of tDCS were similar to those of a 6-week course of fluoxetine (20 mg/day).

SIDE EFFECTS
None reported.

Close

EFFECTS
No effect on affect, arousal, emotional state, emotional decision-making and psychomotor functions.

SIDE EFFECTS
None reported.

Close

EFFECTS
Anodal tDCS leads to a significant decrease in depression scores.

SIDE EFFECTS
None reported.

Close

RISULTATI RIPORTATI NELLA LETTERATURA SCIENTIFICA

La depressione nella sua forma più grave ( Major Depression Disorder, MDD ) è solitamente accompagnata da alterazioni dell’attività corticale ed in particolare dell’eccitabilità dell’area prefrontale. Negli anni ’60 alcuni studi suggerivano l’utilizzo di stimolazioni a corrente continua (DC) per la riduzione dei sintomi tipici della depressione: ma l’elevata variabilità dei risultati ottenuti e l’intoduzione di nuovi farmaci nelle terapie psichiatriche portarono ad un prematuro abbandono di tale tecnica.
Recentemente il trattamento mediante tDCS della depressione è stato riconsiderato e diversi protocolli sono stati ottimizzati (Nitsche et al. 2009) ottenendo risultati promettenti. E’ noto che la tDCS nei soggetti sani è in grado di modulare lo stato di vigilanza e l’umore a seconda della polarità della stimolazione. In particolare la stimolazione anodica incrementa lo stato di vigilanza e l’umore, mentre in seguito alla stimolazione catodica il soggetto diventa più silente e riservato (Lippold and Redfearn,1964). La gravità della depressione viene ridutta progressivamente, specialmente in termini di ansiosità, agitazione e sintomi somatici (Costain et al., 1964; Redfearn et al., 1964). La conoscenza più approfondita di questa neuropatologia negli ultimi 10 anni ha permesso l’ottimizzazione dei protocolli di stimolazione (posizione e dimensione degli elettrodi, durata ed intensità della corrente elettrica) e quindi una raffinazione della tecnica tDCS. Due recenti lavori (Fregni et al. 2006, Boggio et al. 2008) hanno studiato l’effetto antidepressivo della tDCS. Gli elettrodi sono stati posizionati nella zona prefrontale sinistra (1 e 2 mA, 20 minuti al giorno per 10 giorni) ottenendo una riduzione dei sintomi tipici della depressione. Il primo studio ha riportato un incremento del 69% nella scala valutativa Hamilton Depression Rating Scale (HDRS) dopo 5 sessioni di tDCS nell’arco di 1.5 settimane rispetto all’incremento del 30% rilevato nel gruppo di controllo trattato mediante stimolazione fittizia (Fregni et al. 2006). Anche il secondo lavoro ha riportato risultati promettenti: un incremento del 40.5 % nella scala HDRS rispetto ad una variazione del 10.4% nel gruppo di controllo dopo 10 giorni consecutivi di trattamento (Boggio et al. 2008). Inoltre è stato dimostrato che tali differenze persistono anche dopo 1 mese dalla fine del trattamento (Rigonatti et al. 2008). Un recente studio ha indagato l’effetto della tDCS nel trattamento di pazienti affetti da depressione farmaco-resistiva con elevato rischio di suicidio, rispetto alla terapia elettroconvulsiva, è stato rilevato un incremento del 30% nella scala di valutazione HDRS in seguito alla stimolazione anodica della corteccia dorsolaterale prefrontale sinistra (2 mA, twice-daily, for 5 days) [Ferrucci et al. 2009].
Un recente lavoro (Kalu et al. 2012) ha confrontato, mediante meta-analisi, un totale di 108 lavori riguardanti il trattamento della depressione mediante tDCS. Questa review sistematica indica una riduzione della severità dei sintomi approssimativamente del 29% attenuazione persistente nell’arco di un mese. Dal confronto dei diversi lavori è emersa una notevole variabilità nella percentuale di riduzione del grado di gravità dei sintomi probabilmnete dovuta al livello di resistenza al trattamneto dei pazienti reclutati negli studi e ai diversi parametri di stimolazione. Tra tutti gli studi sottoposti alla meta-analisi non sono stati rilevati effetti avversi di garve entità: i disturbi indotti dalla tDCS si limitano a leggera emicrania, sensazioni di prurito e arrosamento della cute sottostante gli elettrodi. Nella review di Brunoni et al. (2012) è possibile trovare un sommario degli effetti preclinici e clinici della tDCS nel trattamento della depressione MDD.

Brunoni AR, et al, Transcranial direct current stimulation for the treatment of major depressive disorder: A summary of preclinical, clinical and translational findings, Prog Neuro-Psychopharmacol Biol Psychiatry (2012), doi:10.1016/j.pnpbp.2012.05.016.

Costain R, Redfearn JW, Lippold OCJ. Controlled trial of therapeutic effects of polarization of brain depressive-illness. British Journal of Psychiatry 1964; 110: 786–799.

Ferrucci R, Bortolomasi M, Vergari M, Tadini L, Salvoro B, Giacopuzzi M, Barbieri S, Priori A: Transcranial direct current stimulation in severe, drug-resistant major depression. J Affect Disord 2009; 118: 215-9.

Fregni F, Boggio PS, Nitsche M, Marcolin MA, Rigonatti SP, Pascual-Leone A: Treatment of major depression with transcranial direct current stimulation. Bipolar Disord 2006; 8:203-4.

Lippold OCJ, Redfearn JW. Mental changes resulting from passage of small direct currents through human brain. British Journal of Psychiatry 1964; 110: 768–772.

Nitsche MA, Boggio PS, Fregni F, Pascual-Leone A. Treatment of depression with transcranial direct current stimulation (tDCS): a review. Exp Neurol. 2009; 219(1):14-9. Epub 2009 Apr 5.

Redfearn JW, Costain R, Lippold OCJ. Preliminary account of clinical effects of polarizing brain in certain psychiatric disorders. British Journal of Psychiatry 1964; 110: 773–785.

Rigonatti SP, Boggio PS, Myczkowski ML, Otta E, Fiquer JT, Ribeiro RB, Nitsche MA, Pasxual-Leone A, Fregni F: Transcranial direct stimulation and fluoxetine for the treatment of depression. Eur Psychiatry 2008; 23:74-6.

PROTOCOLLI USATI NELLA LETTERATURA SCIENTIFICA

La tabella seguente riassume alcuni protocolli utilizzati nella letteratura scientifica. I protocolli sono classificati e ordinati in ordine decrescente secondo il numero di soggetti sottoposti alla tDCS. Per rappresentare tale classificazione è stata utilizzata una legenda a colori.

Legenda

1 ≤ numero di soggetti trattati ≤ 10
11 ≤ numero di soggetti trattati ≤ 20
numero di soggetti trattati ≥ 21


REFERENCE


STIMULATION ELECTRODE POSITION


REFERENCE ELECTRODE POSITION


POLARITY


ELECTRODE AREA
(cm2)


INTENSITY (mA)


CURRENT DENSITY (mA/cm2)


DURATION (min)


EFFECTS AND SIDE EFFECTS


HEALTHY SUBJECTS OR PATIENTS


NUMBER OF SUBJECTS

Boggio et al. (2008)

Anodal tDCS of the left dorsolateral prefrontal cortex (active group – ‘DLPFC’); anodal tDCS of the occipital cortex with the active electrode placed on the midline and 2 cm above the Inion (active control group – ‘occipital’).

Contralateral supraorbital area

A/S

35 cm2

2

0.057

20 min (10 days)




Patients with major depression

40

Marshall et al.(2004)

Bilateral fronto-lateral: anodes over F3 and F4

cathodes at the mastoids

A/S

0.50 cm2
(8 mm diameter)

0.13

0.26

intermittently stimulation (15s on,15s off) for 30 min during sleep and wakefullness. 2 sessions.




Healthy subjects

30

Boggio et al.(2007)

Left DLPFC: anode over F3;
Occipital cortex: anode placed on the midline and 2 cm above the Inion.

Cathode over the left supraorbital area in each case

A/S

n.a.

2

n.a.

20 min (10 days)




Patients with major depression

26

Costain et al.(1964)

Anodes placed over each eyebrow

Cathode on one leg

A/S

n.a.

0.25

n.a.

8 h/day (12 days)




Depressed patients

24

Rigonatti et al. (2008)

Left DLPFC

Contralateral supraorbital area

A/S

35 cm2

2

0.057

20 min (10 days)




Patients with major depression

21

Koenigs et al (2009)

Two electrodes placed on the forehead over Fp1 and Fp2

On the non-dominant arm

A/S
C/S

25 cm2

2

0.08

35 min




Healthy subjects

21

Fregni et al (2006)

Left DLPFC (10–20 International EEG System: F3)

Contralateral orbit

A/S

35 cm2

1

0.029

20 min( 5 days)




Patients with major depression

10

Depression reference:

Boggio PS, Bermpohl F, Vergara AO, Muniz AL, Nahas FH, Leme PB, Rigonatti SP, Fregni F. Go-no-go task performance improvement after anodal transcranial DC stimulation of the left dorsolateral prefrontal cortex in major depression. J Affect Disord 2007; 101(1-3):91-8.

Boggio PS, Rigonatti SP, Ribeiro RB, et al. A randomized, double-blind clinical trial on the efficacy of cortical direct current stimulation for the treatment of major depression. Int J Neuropsychopharmacol 2008;11:249-254.

Costain R, Redfearn J.W, Lippold O.C.(1964).A controlled trial of the therapeutic effect of polarization of the brain in depressive illness. British Journal of Psychiatry 1964; 110: 786–799.

Fregni F, Boggio PS, Nitsche MA, et al. Treatment of major depression with transcranial direct current stimulation. Bipolar Disord 2006;8:203-204.

Kalu UG, Sexton CE, Loo CK, Ebmeier KP. Transcranial direct current stimulation in the treatment of major depression: a meta-analysis. Psychol Med. 2012 Jan 12:1-10. [Epub ahead of print].

Koenigs M, Ukueberuwa D, Campion P, Grafman J, Wassermann E (2009). Bilateral frontal transcranial direct current stimulation: Failure to replicate classic findings in healthy subjects. Clinical Neurophysiology 2009; 120(1): 80–84.

Marshall L, Molle M, Hallschmid M, Born J. Transcranial direct current stimulation during sleep improves declarative memory. Journal of Neuroscience 2004;24(44): 9985–9992.

Myczkowski ML, et al. Transcranial direct stimulation and fluoxetine for the treatment of depression. Eur Psychiatry 2008;23:74-76.

Nitsche MA, Boggio PS, Fregni F, Pascual-Leone A. Treatment of depression with transcranial direct current stimulation (tDCS): A Review. Experimental Neurology 2009; 219: 14–19.

* Questa raccolta bibliografica include una selezione di pubblicazioni estratta da PubMed. L’inclusione di questi lavori nella presente raccolta non implica in alcun modo l’approvazione da parte di Newronika dei protocolli o dei risultati riportati in questi lavori.

** last issued: December 2015.